10 commenti

  1. Grazie Kim, sì è vero convivono due anime in questa città: ipermoderni centri commerciali e poi una cerimonia toccante come quella del Makha Bucha a cui ho assistito questa sera: sembrava di essere davvero fuori dal tempo!
    Quanto ti sei fermata a Chiang Mai?
    Grazie per la dritta, ci farò un salto sicuramente,anche se la colazione tendo a farla a "casa".. ma è tuo il blog?

  2. Grande Simo io mi sono innamorata di quel mondo quando sono andata… pieno di pace e di angoli in cui davvero meditare sul SE STESSI… un bacio e bellissimo il tuo articolo n.2 aspetto cin ansia il n. 3!!!!

  3. È vero, è un luogo che porta molto a "meditare" su se stessi, ma è anche vero che questo diventa quasi automatico ogni volta che siamo lontani dai nostri punti di riferimento. I cambiamenti sono sempre degli ottimi insegnanti!
    p.s. Grazie dei complimenti..chiunque tu sia! 🙂

  4. per esperienza posso dirti che spesso (non sempre, perché ogni situazione è a se stante) sembra più difficile di quello che è… il passo più difficile è il primo, poi, fatto quello, tutto sembra scivolare più liscio 🙂 in bocca al lupo, faccio il tifo per te!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *