3 commenti

  1. Anonimo

    Lonely Planet non è la Bibbia, su questo siamo d'accordo. Ma solo su questo. Molte "scoperte" si possono leggere su Lonely Planet (basta leggerlo), molte "scoperte" non sono argomenti d'interesse per un viaggiatore (potrà scoprirle e valutarle da solo) ed il resto delle "scoperte" sono "notizie" (alcune al limite del luogo comune) estrapolate dal contesto sociale.

  2. oh finalmente una critica, bravo anonimo!

    in effetti non rivelo nulla di rivoluzionario in questo post.
    a essere sinceri non lo faccio mai, perché non è nella mia natura e soprattutto non è l'intento del blog. se leggi anche gli altri miei post ti accorgerai che io amo i paradossi e le esagerazioni, soprattutto nei titoli, è il mio modo di scrivere, che naturalmente puo' piacere o no. non volevo spacciare le mie "curiosità" (di questo in effetti parlo nel post) per scoperte copernicane, anzi mi spiace se hai avuto questa impressione!
    l'importante è che continui a seguirmi, magari uno di questi giorni tiro fuori qualcosa che non sai nemmeno tu 😉

  3. Anonimo

    Perdona ma era difficile (per me) cogliere il sottostante paradossale.. colpa mia, vengo da una terra dove il paradosso (inteso come esagerazione del visibile) viene molto piu' accentuato) … per il futuro ti assumi un compito facile, sono il secondo (il primo e' stato un'altro) a : sapere di non sapere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *